Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Camera di commercio di Biella, 26 novembre 2020
Torna alla versione grafica - home

Installatori Impianti



Biella, 26 novembre 2020
Ultimo aggiornamento: 27.02.2013



Servizi



default image
default image

INSTALLATORI IMPIANTI

Contenuto pagina

Rientrano nell'ambito di applicazione del D.M. 22.01.2008 n. 37 le seguenti tipologie di impianti, indipendentemente dalla destinazione d'uso (civile/industriale):

a) elettrici :impianti di produzione, trasformazione, trasporto, distribuzione, utilizzazione dell’energia elettrica, impianti di protezione contro le scariche atmosferiche, nonché gli impianti per l’automazione di porte, cancelli e barriere

b) elettronici: impianti radiotelevisivi, le antenne e gli impianti elettronici in genere

c) riscaldamento: impianti di riscaldamento, di climatizzazione, di condizionamento e di refrigerazione di qualsiasi natura o specie comprese le opere di evacuazione dei prodotti della combustione e delle condense e di ventilazione ed aerazione dei locali

d) idrosanitari: impianti idrici e sanitari di qualsiasi natura e specie

e) a gas: impianti per la distribuzione e l’utilizzazione di gas di qualsiasi tipo, comprese le opere di evacuazione dei prodotti della combustione e ventilazione ed aerazione dei locali

f) di sollevamento (ascensori e simili): impianti di sollevamento di persone e di cose per mezzo di ascensori, di montacarichi, di scale mobili e simili

g) di protezione antincendio


Il D.M.37/2008 prevede che per l'esercizio di tali attività i requisiti possono essere posseduti dal titolare/legale rappresentante o da un dipendente o da un associato in partecipazione.

AI sensi dell'art. 3 del D.M. 37/2008, il responsabile tecnico può svolgere tale funzione per una sola impresa e la qualifica è incompatibile con ogni altra attività continuativa.


REQUISITI

Tutte le imprese, siano esse svolte in forma individuale o societaria, che siano regolarmente iscritte nel Registro Imprese o nell'Albo delle Imprese Artigiane, sono abilitate alla installazione, alla trasformazione, alla manutenzione ed all'ampliamento degli impianti, ma l'esercizio di tali attività prevede il possesso di requisiti tecnico professionali.

L'accertamento dei requisiti tecnico professionali viene effettuato dalla Commissione Provinciale per l'Artigianato se trattasi di impresa artigiana e dalla Camera di Commercio se trattasi di imprese iscritte esclusivamente al Registro Imprese.

Requisiti tecnico professionali impiantisti
LAUREA TECNICA: Ingegneria - Architettura - Fisica

oppure

DIPLOMA O QUALIFICA DI SCUOLA SECONDARIA DEL SECONDO CICLO
+ 2 ANNI continuativi, alle dirette dipendenze di una impresa del settore (anche come familiare collaboratore o socio). Il periodo di inserimento per l'attività di installazione impianti idrici e sanitari è invece di 1 anno continuativo.

oppure

TITOLO O ATTESTATO DI QUALIFICA PROFESSIONALE RILASCIATI DA ISTITUTI REGIONALI, O RICONOSCIUTI DALLA REGIONE
+ 4 ANNI consecutivi, alle dirette dipendenze di una impresa del settore (anche come familiare collaboratore o socio). Il periodo di inserimento per l'attività di installazione impianti idrici e sanitari è invece di 2 anni continuativi.

oppure

PRESTAZIONE LAVORATIVA
Svolta alle dirette dipendenze di una impresa del settore, nel medesimo ramo di attività dell'impresa stessa, per un periodo non inferiore a tre anni, escluso quello computato ai fini dell'apprendistato, in qualità di operaio installatore con la qualifica di specializzato nelle attività di installazione, di ampliamento e di manutenzione degli impianti sopra descritti. Si considerano altresì in possesso dei requisiti tecnico-professionali ai sensi dell'art. 4 del D.M. 37/2008 il titolare dell'impresa, i soci ed i collaboratori familiari che hanno svolto attività di collaborazione tecnica continuativa nell'ambito di imprese abilitate del settore per un periodo non inferiore a 6 anni.


DOCUMENTAZIONE

Per ottenere l´iscrizione nell´Albo Artigiani o nel Registro Imprese come impresa esercente l´attività di impiantistica occorre presentare, contestualmente alla denuncia di iscrizione all´Albo Imprese Artigiane o al Registro Imprese, apposita denuncia di inizio attività, ai sensi dell´art. 19 della L. 241/90 con il modello impiantisti (file in formato pdf, 152 Kb) con la documentazione elencata sul modello stesso.

Per la sostituzione del responsabile tecnico o la nomina di un nuovo responsabile tecnico occorre presentare, unitamente ai mod. I2 per le ditte individuali, o telematicamente per le società, il modello impiantisti responsabile tecnico con la documentazione elencata sul modello stesso.

N.B.: la data di inizio attività deve coincidere con la data di presentazione della pratica.

Guida installazione impianti DM37/08 - dicembre 2012

Raccolta pareri del MSE - dicembre 2012



DEPOSITO DICHIARAZIONI DI CONFORMITA'

Al termine dei lavori di installazione, previa effettuazione delle veriche previste dalla normativa vigente, comprese quelle di funzionalità dlel'impianto, l'impresa installatrice rilascia al committente la dichiarazione di conformità degli impianti realizzati.

Nel caso in cui la dichiarazione di conformità non sia stata prodotta o non sia più reperibile, tale atto è sostituito - per gli impianti eseguiti prima del 27.03.2008, data di entrata in vigore del D.M. 37/2008 - da una dichiarazione di rispondenza, resa da un professionista iscritto all'albo professionale per le specifiche competenze tecniche richieste, che abbia esercitato la professione per almeno 5 anni nel settore impiantistico a cui si riferisce la dichiarazione, ovvero da un soggetto che ricopre da almeno 5 anni il ruolo di responsabile tecnico di un'impresa abilitata operante nel settore impiantistico a cui si riferisce la dichiarazione.

Ai sensi dell'art. 11 del D.M. 37/2008, l'impresa installatrice deposita, entro 30 giorni dalla conclusione dei lavori, presso lo sportello unico per l'edilizia del comune ove ha sede l'impianto, la dichiarazione di conformità.

Il Decreto del MSE del 19 maggio 2010, che sarà in vigore dal prossimo 28 luglio '10,  ha modificato il contenuto del modello della dichiarazione di conformità degli impianti.

Scarica il fac-simile della dichiarazione di conformità. Resta invariata quella ad uso degli uffici tecnici interni di imprese non installatrici (file in formato pdf, 124 kB)

 




Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualitÓ dei contenuti di questa pagina


Non ´┐Ż presente alcun ufficio di riferimento per questa pagina

[ inizio pagina ]