Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Camera di commercio di Biella, 4 dicembre 2020
Torna alla versione grafica - home

Avvertenze importanti relative ad alcuni Paesi



Biella, 4 dicembre 2020
Ultimo aggiornamento: 16.01.2019



Servizi



AVVERTENZE IMPORTANTI RELATIVE AD ALCUNI PAESI

Contenuto pagina

CINA

Si comunica che la Cina ha ufficialmente ratificato gli allegati B2 e B3 (ad eccezione dei paragrafi (b) e (c) art. 2 relativi ai contenitori) della Convenzione di Istanbul.
 
Pertanto, a partire dal 9 gennaio 2019, l'Amministrazione doganale cinese autorizza l'importazione con carnet ATA anche per materiale professionale e campioni commerciali.

CARNET ATA : UTILIZZO CHINA INTERNATIONAL IMPORT EXPO.

Si precisa che per l'evento fieristico - CHINA INTERNATIONAL IMPORT EXPO - che si svolgerà a Shanghai dal 5 al 10 novembre 2018 e anche per gli eventi correlati all'Expo, sarà consentito riesportare le merci alla scadenza del Carnet Ata.

Per prassi, le autorità doganali cinesi sono solite fissare un termine per la riesportazione che copre un periodo di sei mesi dalla data di importazione in Cina.

I titolari dei Carnet ata potranno beneficiare di tale facilitazione soltanto se saranno in possesso di una lettera di invito rilasciata dagli organizzatori della fiera.

 

INDIA CONVENZIONE ATA: MATERIALE PROFESSIONALE

si comunica che a partire dal gennaio 2018, le attrezzature professionali destinate a stampa, media, trasmissioni televisive, eventi sportivi, test, misurazione, calibrazione ecc. possono essere temporaneamente importate in India con il Carnet ATA.

L'importazione è regolata dalle leggi e regolamenti nazionali indiani consultabili nel sito: http://www.cbec.gov.in/Customs-Notifications.

Il materiale professionale dovrà essere riesportato dall'India entro due mesi dalla data di importazione.
 
La scheda Paese pubblicata nel sito www.unioncamere.net - documenti commercio estero - il Carnet ATA è stata conseguentemente aggiornata.
  

MESSICO

Le Autorità messicane, in virtù di disposizioni nazionali, sono solite fissare un periodo di sei mesi per la riesportazione delle merci dal territorio doganale nazionale.

Tale disposizione è stata oggetto di un emendamento, entrato in vigore il 29/08/2012, che prevede l'applicazione di una penalità qualora le merci non dovessero essere riesportate entro il periodo fissato; è prevista una multa di circa 70,00 euro, destinata a salire a 105,00 euro qualora il titolare del Carnet ATA dovesse commettere la stessa infrazione in un'altra occasione; la multa, inoltre, sarà maggiore con l'aumentare del periodo di tempo intercorrente tra la data fissata per la riesportazione dalle Autorità doganali messicane e il momento in cui le merci lasciano effettivamente il Messico.

Per evitare il pagamento della penalità, i titolari dei Carnet Ata, due settimane prima della scadenza del termine fissato per la riesportazione, dovranno richiedere una proroga direttamente alla Camera di Commercio messicana inviando la copia della copertina del Carnet ATA, completa della lista generale della merce, e la copia della souche di importazione (dirgra@lcamaradecomerciodemexico.com.mx).

Qualora l'istanza dovesse essere presentata oltre il termine sopraindicato, la Camera di Commercio messicana tratterà la richiesta richiedendo il pagamento di una tassa di 240,00 euro per la gestione amministrativa della pratica.

 

UCRAINA

Le autorità doganali ucraine, secondo le disposizioni previste dal Codice doganale locale (art. 481 - paragrafi 1-2-3), applicano delle penalità nel caso in cui i titolari dei Carnets ATA, o i loro rappresentanti, non rispettino il termine per la riesportazione fissato al momento dell'importazione della merce in Ucraina; l'ammontare delle multe è indipendente dal valore delle merci indicato sulla copertina del Carnet ATA.

Le modalità di applicazione delle multe sono le seguenti:

1) operazione di riesportazione eseguita entro 3 giorni dalla data fissata all'entrata: 850,00 UAH (85,00 euro); se l'irregolarità viene commesa una seconda volta nello stesso anno, il titolare dovrà pagare 5.100,00 UAH (503,00 euro);

2) operazione di riesportazione eseguita nel periodo intercorrente tra il quarto giorno e il decimo giono successivo alla data fissata all'entrata: 5.100,00 UAH (503,00 euro)

3) operazione di riesportazione eseguita oltre 10 giorni dalla data fissata all'entrata: 17.000,00 UAH (1.700,00 euro).

I titolari dei Carnets ATA che intendono prolungare la loro permanenza in Ucraina per un periodo ulteriore rispetto a quello fissato dalle Autorità doganali, dovranno presentare un'istanza direttamente all'Amministrazione doganale locale.

 

EMIRATI ARABI

L'omissione, da parte degli utilizzatori dei Carnets ATA, della formalizzazione delle operazioni di riesportazione presso la Dogana degli Emirati Arabi, comporta a multa di 5000,00 AED (corrispondente a circa 1000,00 €); per evitare l'imposizione dell’ammenda e per facilitare lo svolgimento delle operazioni, le Autorità doganali estere hanno predisposto un promemoria (traduzione non ufficiale).

 

FEDERAZIONE RUSSA

Avviso  per gli operatori che intendono recarsi con il Carnet ATA nella Federazione russa.

A seguito di alcune segnalazioni, siamo venuti a conoscenza del fatto che dal 1 gennaio 2017 le Autorità doganali russe avrebbero introdotto una nuova normativa che prevede la presentazione, oltre all'elenco delle merci descritto sul retro della copertina e dei fogli interni al Carnet ATA, di un listino fotografico dei beni accompagnati dal Carnet ATA.
Il corrispondente Ente garante russo per i Carnet ATA ha preso contatti con le Autorità doganali locali per avere ulteriori delucidazioni.
Sarà nostra cura fornire conferme che ufficializzino tale procedura, non appena riceveremo comunicazioni dalle competenti Autorità.

 

Settembre 2014 - aggiornata scheda Paese sul sito di unioncamere; i cambiamenti riguardano:
- le operazioni di transito obbligatorie, se l'ufficio di confine tra il territorio doganale dello Stato terzo e della Federazione russa non è abilitato a gestire l'operazione di importazione per le seguenti categorie di merci: gioielleria, articoli di antiquariato, oggetti di elevato valore culturale e prodotti a duplice uso;
- il Carnet ATA sostitutivo (è accettato solo se presentato alle Autorità doganali russe almeno 15 giorni prima della scadenza del Carnet A.T.A. "originario");
- la casella B della copertina del Carnet A.T.A. (oltre al nome del rappresentante, deve essere inserito il numero del suo passaporto e la data di emissione del documento; in mancanza di tali dati, il rappresentante dovrà presentare all'ufficio doganale la procura sottoscritta dal titolare del Carnet A.T.A.).
 

 

 

 

 

 

 

 


default image


Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualitÓ dei contenuti di questa pagina


Non ´┐Ż presente alcun ufficio di riferimento per questa pagina

[ inizio pagina ]