Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Camera di commercio di Biella, 27 settembre 2020
Torna alla versione grafica - home

Annexo IX Brasile



Biella, 27 settembre 2020
Ultimo aggiornamento: 27.01.2020



Servizi



default image
default image

ANNEXO IX BRASILE

Contenuto pagina

La normativa brasiliana sull'importazione di vini e bevande è stata modificata nel 2018 con l'introduzione di alcuni nuovi documenti che devodno accompagnare l'importazione di  tali prodotti. I nuovi documenti sono entrati in vigore ad inizio Novembre 2019.  Clicca qui per la Normativa n. 67.

L'Annesso che riguarda l'azione camerale è il n. IX, al quale è previsto sia allegato il certificato del laboratorio analisi.

Clicca qui per stampare la richiesta di Annexo IX

Cllicca qua per il fac-simile Annexo IX

I soggetti abilitati ad emettere le certificazioni verso il Brasile sono per l'origine le Camere di Commercio (Anexo IX) ed i Laboratori accreditati nell'elenco SISCOLE, che sono stati comunicati dal nostro Ministero dell'Agricoltura alle Autorità brasiliane (http://sistemaweb.agricoltura.gov.br/siscole/consultaPublicaCadastro!consultarCadastro.action) .

 

Rispetto al precedente "Annexo VIII", contenente sia la certificazione del laboratorio che quella dell'origine, ora il modulo IX non può essere gestito con un visto per deposito, in quanto è richiesta una diretta "certificazione camerale".

 

La criticità dell'Anexo IX che le Camere sono chiamate a rilasciare risiede, in particolare, nella seguente dichiarazione che non è contemplata nelle nostre certificazioni:

"The abovementioned producing or bottling establishment works in the country with the activities of production or bottling or both and the prodicts specified above meet the national identity and quality standards and are fit for consumption in the internal market".

Tuttavia, le Autorità brasiliane hanno espressamente dichiarato che non si potranno proporre forme alternative a quelle previste dalla normativa brasiliana, così come il Brasile accetta le certificazioni stabilite dall'Unione Europea per i prodotti brasiliani in export.

 

Per agevolare il commercio dei nostri prodotti veso il Brasile, le Camere adotteranno il rilascio dell'Annexo IX alle seguenti condizioni:

- rilascio preliminare della certificazioni di origine UE;

- rilascio contestuale dell'Annexo IX con indicazione del numero del CO, mediante:

 -  acquisizione dell'istanza dell'Annexo IX in cui risulti - tra l'altro- la seguente esplicita dichiarazione:" Lo stabilimento di produzione o di imbottigliamento specificato nell'Annexo IX presentato svolge le attività di produzione o imbottigliamento o entrambi in Italia e i prodotti indicati soddisfano gli standard nazionali di qualità e identità e sono idonei al consumo sul mercato interno";

 - acquisizione di copia del certificato del laboratorio di analisi accreditato;

- acquisizione di fatture di vendita in Italia o in UE del medesimo prodotto (contestuale o a campione).

Qualora suia richiesto anche un visto camerale sul certificato di analisi emesso dal laboratorio, si procederà - come di consueto- con un visto per deposito.

La normativa brasiliana prevede, inoltre, un ulteriore documento: l'Annexo XI (Modello di prova Ufficiale di tipicità e regionalità delle bevande alcoliche, vini e derivati dell'uva da vino per l'importazione in Brasile). Il rilascio di tale documento non compete, però, agli uffici estero camerali, ma ad organismi di controllo autorizzati dal MIPAAF.




Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualitÓ dei contenuti di questa pagina


Non ´┐Ż presente alcun ufficio di riferimento per questa pagina

[ inizio pagina ]