Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Camera di commercio di Biella, 4 dicembre 2020
Torna alla versione grafica - home

AGRICOLTURA - AGEVOLAZIONI REGIONE PIEMONTE



Biella, 4 dicembre 2020
Ultimo aggiornamento: 02.03.2020



Avvio e sviluppo d'impresa



default image
default image

AGRICOLTURA - AGEVOLAZIONI REGIONE PIEMONTE

Contenuto pagina

REGIONE PIEMONTE

PSR 2014-2020, Operazione 6.1.1

PREMIO PER L'INSEDIAMENTO DI GIOVANI AGRICOLTORI

BANDO CHIUSO (15 luglio 2019)

L’operazione concede un sostegno (Premio di insediamento) ai giovani agricoltori per l'avviamento di imprese, l’insediamento iniziale e l’adeguamento strutturale delle aziende, allo scopo di migliorare la competitività delle aziende agricole favorendo il ricambio generazionale mediante l’insediamento iniziale dei giovani agricoltori. Il Premio di insediamento viene erogato in conto capitale ai giovani che si insediano per la prima volta in un'azienda agricola in qualità di capo dell'azienda.

Il bando NON prevede la possibilità di presentare domanda di adesione congiunta sia alla Operazione 6.1.1 “Premio per l'insediamento di giovani agricoltori “che alla Operazione 4.1.1 “Miglioramento del rendimento globale e della sostenibilità delle aziende agricole dei giovani agricoltori”.

Soggetti beneficiari: giovani agricoltori che al momento della presentazione della domanda hanno una età compresa tra 18 anni (compiuti) e 41 anni (non compiuti) e sono già titolari di una azienda agricola, da non più di 12 mesi. Le domande di adesione al bando potranno essere presentate anche dai giovani di età compresa tra 18 e 41 anni non compiuti che sono già titolari di una azienda agricola da più di 12 mesi purché da non più di 24 mesi ma la loro eventuale ammissione al Premio è condizionata all’avvenuta approvazione da parte della Commissione Europea della proposta di modifica in  tale senso del PSR 2014-2020 che la Regione Piemonte si riserva di presentare alla Commissione Europea (in tale caso i riferimenti al periodo “12 mesi” di cui al paragrafo precedente si devono intendere riferiti a “24 mesi”). L’ esame istruttorio delle sopracitate domande presentate dai giovani già titolari di una azienda agricola da più di 12 mesi saranno tenute in sospeso fino alla eventuale avvenuta approvazione da parte della Commissione Europea della citata proposta di modifica del PSR 2014-2020

Maggiori dettagli: http://www.regione.piemonte.it/bandipiemonte/cms/finanziamenti/psr-2014-2020-operazione-611-premio-linsediamento-di-giovani-agricoltori

 

* * * * *

PSR 2014-2020, Operazione 4.1.1

MIGLIORAMENTO DEL RENDIMENTO GLOBALE E DELLA SOSTENIBILITÀ DELLE AZIENDE AGRICOLE

BANDO CHIUSO (15 luglio 2019)

Contributi pari al 40% del costo dell'investimento ammissibile. Per gli investimenti relativi al settore della produzione agricola primaria (con esclusione degli investimenti finalizzati alla trasformazione e/o commercializzazione per i quali si applica in ogni caso l’aliquota del 40%) l’aliquota di sostegno potrà essere maggiorata di un ulteriore 10% per gli investimenti in zone di montagna.

Il bando NON prevede la possibilità di presentare domanda di adesione congiunta sia alla Operazione 6.1.1 “Premio per l'insediamento di giovani agricoltori “che alla Operazione 4.1.1 “Miglioramento del rendimento globale e della sostenibilità delle aziende agricole dei giovani agricoltori”.

Soggetti Beneficiari: Imprenditori agricoli professionali (che inoltre risultino “agricoltori attivi” in base ai dati del fascicolo aziendale), sia persone fisiche che persone giuridiche, singoli o associati. È necessario il possesso di partita IVA riferita al settore dell’agricoltura e, salvo che per le aziende rientranti nei limiti di esenzione ai sensi della normativa di settore, l’iscrizione al Registro delle imprese presso la CCIAA. La produzione deve essere compresa nell’allegato I del Trattato dell’Unione Europea.

Maggiori dettagli: http://www.regione.piemonte.it/bandipiemonte/cms/finanziamenti/psr-2014-2020-operazione-411-miglioramento-del-rendimento-globale-e-della

 

* * * * *

L.R. n. 63/78 art. 50

Programma regionale per la CONDUZIONE AZIENDALE PER IMPRENDITORI AGRICOLI singoli ed altre forme associate composte da meno di cinque imprenditori agricoli

BANDO CHIUSO (21 giugno 2019)

L.R. n. 63/78 art. 50. D.G.R. n. 11-5559 del 25/3/2013 - Programma regionale per la concessione di contributi negli interessi sui prestiti per la conduzione aziendale in favore di imprenditori agricoli singoli ed altre forme associate composte da meno di cinque imprenditori agricoli.

L’importo del prestito di conduzione ammissibile a finanziamento dovrà essere compreso tra un minimo di € 5.000,00 ed un massimo di € 80.000,00.

Soggetti beneficiari: Imprenditori agricoli singoli ed altre forme associate composte da meno di cinque imprenditori agricoli

Maggiori dettagli: http://www.regione.piemonte.it/bandipiemonte/cms/finanziamenti/lr-n-6378-art-50-programma-regionale-la-conduzione-aziendale-imprenditori-agricoli

 

* * * * *

PSR 2014-2020 Misura 3 – Sottomisura 3.1

PARTECIPAZIONE A REGIMI DI QUALITÀ

Annualità 2019

BANDO CHIUSO (30 giugno 2019)

L'operazione sostiene le spese relative all'assoggettamento agli specifici piani di controllo sulla filiera, previsti per il conseguimento dei requisiti di conformità e/o certificazione del metodo o del disciplinare di produzione per i regimi di qualità: DOP, IGP, STG; DOC, DOCG; indicazioni geografiche delle bevande spiritose; vini aromatizzati, bevande aromatizzate a base di vino e dei cocktail aromatizzati di prodotti vitivinicoli;  BIOLOGICO; sistema di qualità nazionale per la zootecnia (SQNZ); sistema di qualità nazionale di produzione integrata (SQNPI); regimi facoltativi di certificazione dei prodotti agricoli elencati nella scheda della Misura 3.

Il sostegno è erogato come contributo in conto capitale concesso a titolo di incentivo, sotto forma di pagamento annuale, in base alle spese di certificazione realmente sostenute ed in base ai giustificativi di spesa che attestino sia l'ammontare che la natura delle spese.

Il sostegno è concesso per un importo pari al 100 % delle spese sostenute per la spesa di certificazione per la partecipazione ai regimi di qualità ammissibili, per un importo concedibile da un minimo di 40,00 Euro fino ad un massimo di 3.000,00 euro all'anno solare per azienda, indipendentemente dal numero di regimi di qualità ai quali essa partecipa e dall'entità complessiva della spesa dichiarata.

Il sostegno per la partecipazione ad un regime di qualità può essere riconosciuto per un massimo di cinque anni, anche non consecutivi, a partire da quello di prima partecipazione con iscrizione allo specifico sistema di controllo.

Il periodo massimo di cinque anni è ridotto del numero di anni trascorsi tra la prima partecipazione a un regime di qualità e la data della presentazione della domanda di sostegno nel caso di prima partecipazione a uno o più regimi di qualità anteriormente alla presentazione della domanda di sostegno (ad esempio, trasmissione domanda di sostegno sulla sottomisura 3.1. in data 10/05/2019: la prima adesione al regime di qualità deve essere avvenuta dal 10/05/2015 in poi e chi ha partecipato per la prima volta ai regimi di qualità nel corso dell'anno 2015 può avere la concessione del contributo solo per il bando anno 2019).

Per le domande presentate dalle associazioni di agricoltori per le loro imprese agricole il massimale di Euro 3.000,00 è da intendersi riferito ad ogni impresa agricola individuata ai fini dell'approccio collettivo.

Soggetti beneficiari: agricoltori attivi singoli o loro associazioni nel caso di approccio collettivo che aderiscono ai regimi di qualità ammissibili dal bando, per la prima volta successivamente alla presentazione della domanda di sostegno o che abbiano aderito a uno o più regimi di qualità nei cinque anni precedenti alla presentazione della domanda di sostegno per un massimo di cinque anni a partire da quello di prima partecipazione con iscrizione allo specifico sistema di controllo.

Maggiori dettagli: http://www.regione.piemonte.it/bandipiemonte/cms/finanziamenti/psr-2014-2020-misura-3-%E2%80%93-sottomisura-31-%E2%80%9Cpartecipazione-regimi-di-qualit%C3%A0%E2%80%9D-annualit%C3%A0

 

 

* * * * *

PSR 2014-2020.Misura 3 Sottomisura 3.2 Operazione 3.2.1

INFORMAZIONE E PROMOZIONE DEI PRODOTTI AGRICOLI E ALIMENTARI DI QUALITÀ

BANDO B 2019

BANDO CHIUSO

La misura si propone di sostenere le attività di informazione e promozione svolte dalle associazioni di produttori sul mercato della UE a favore dei prodotti agricoli e alimentari di qualità.

L’aiuto è concesso ha una percentuale del 50% per spese pubblicitarie e 70% per spese di informazione

Soggetti beneficiari: Associazioni di produttori (associazioni, ATI, consorzi di tutela etc..)

Scadenza:

14 giugno 2019 Domanda di Prescrizione

01 luglio 2019 Domanda di Sostegno

Maggiori dettagli: http://www.regione.piemonte.it/bandipiemonte/cms/finanziamenti/psr-2014-2020misura-3-sottomisura-32-operazione-321-%E2%80%9Cinformazione-e-promozione-dei

 

* * * * *

PSR 2014-20, Misura 4 - Operazione 4.4.1

ELEMENTI NATURALIFORMI DELL’AGROECOSISTEMA

BANDO CHIUSO (31 luglio 2019)

Contributo in conto capitale con il riconoscimento fino al 100% delle spese ammissibili per la realizzazione di formazioni arbustive/arboree di specie autoctone, creazione di aree umide, installazione di strutture per la fauna selvatica (nidi, posatoi, ecc.) e di strutture per la fruizione (pannelli informativi, segnaletica ecc.) a carico del Fondo europeo di sviluppo rurale, di fondi nazionali e di fondi regionali.

Le strutture realizzate dovranno essere oggetto di manutenzione per 5 o 10 anni a seconda della tipologia di intervento.

L’importo richiesto mediante una domanda di sostegno deve essere compreso tra 500 euro e 150.000 euro.

Soggetti beneficiari: Agricoltori, associazioni di agricoltori, consorzi irrigui, gestori del territorio.

Maggiori dettagli: http://www.regione.piemonte.it/bandipiemonte/cms/finanziamenti/psr-2014-20-misura-4-operazione-441-%E2%80%9Celementi-naturaliformi-dell%E2%80%99agroecosistema%E2%80%9D

 

* * * * *

PSR 2014-2020

NUOVE ADESIONI ALLE OPERAZIONI

10.1.4 (sistemi colturali compatibili con l’ambiente),

10.1.6 (difesa dalle predazioni del bestiame al pascolo),

10.1.7 (elementi naturaliformi),

10.1.8 (sostegno razze autoctone minacciate di abbandono)

BANDO CHIUSO (17 giugno 2019)

Promuove tecniche di produzione e di gestione utili a mitigare i cambiamenti climatici e compatibili con la tutela degli ecosistemi, delle risorse naturali e del paesaggio. Le operazioni in cui la misura si articola prevedono l’attuazione di impegni di base di durata quinquennale (fatta eccezione per l’operazione 10.1.7.1, il cui impegno ha una durata di 10 anni).

Il sostegno delle operazioni 10.1.4, 10.1.6, 10.1.7, 10.1.8 della misura 10 del PSR 2014-2020 è a carico del Fondo europeo di sviluppo rurale (FEASR), di fondi nazionali e di fondi regionali. I premi sono annuali, diversificati secondo gli impegni assunti sulla base della superficie (fatta eccezione per l’operazione 10.1.8, il cui premio è calcolato in base alle UBA, Unità di Bestiame Adulto)

Soggetti beneficiari: Agricoltori, allevatori, associazioni di agricoltori o associazioni miste di agricoltori ed altri gestori del territorio; i pagamenti dell’azione 10.1.7 possono essere concessi anche ad altri gestori del territorio o gruppi di altri gestori del territorio.

Maggiori dettagli:  http://www.regione.piemonte.it/bandipiemonte/cms/finanziamenti/psr-2014-2020-nuove-adesioni-alle-operazioni-1014-sistemi-colturali-compatibili-con-l

 

* * * * *

Conferma degli impegni per la REALIZZAZIONE DI PIANTAGIONI ARBOREE SU TERRENI AGRICOLI

PSR Piemonte 2014-2020 – Misura H-2080

BANDO CHIUSO (17 giugno 2019)

Il Reg. CEE 2080/1992 e la misura H del PSR 2000-06 hanno finanziato la realizzazione di piantagioni arboree su terreni agricoli.

Nel caso di impianti di arboricoltura da legno a ciclo medio-lungo o destinati a bosco naturaliforme realizzati da soggetti privati, è prevista l’erogazione di premi annui per compensare le perdite di reddito, con una durata di 20 anni per il 2080 e 15 anni per la Misura H.

I premi vengono erogati a seguito di presentazione di domanda di conferma degli impegni e successiva istruttoria, con controlli in loco su un campione pari ad almeno il 5% delle domande presentate.

Soggetti beneficiari: Imprenditori agricoli e altri soggetti privati che hanno già realizzato (negli anni 2011-2012) impianti di arboricoltura o di bosco finanziati tramite Misura 221 – bando 2010 del PSR 2007-13.

Maggiori dettagli: http://www.regione.piemonte.it/bandipiemonte/cms/finanziamenti/conferma-degli-impegni-la-realizzazione-di-piantagioni-arboree-su-terreni-agricoli-0

* * * * *

Conferma degli impegni per la realizzazione di PIANTAGIONI ARBOREE SU TERRENI AGRICOLI

PSR Piemonte 2014-2020 – Misura 221

BANDO CHIUSO (17 giugno 2019)

La misura 221 del PSR 2007-13 ha finanziato la realizzazione di piantagioni arboree su terreni agricoli.

Nel caso di impianti di arboricoltura da legno a ciclo medio-lungo o destinati a bosco realizzati da soggetti privati, è prevista l’erogazione di premi annui per compensare le perdite di reddito, con una durata di 15 anni.

I premi vengono erogati a seguito di presentazione di domanda di conferma degli impegni e successiva istruttoria, con controlli in loco su un campione pari ad almeno il 5% delle domande presentate.

Soggetti beneficiari:  Imprenditori agricoli e altri soggetti privati che hanno già realizzato (negli anni 2011-2012) impianti di arboricoltura o di bosco finanziati tramite Misura 221 – bando 2010 del PSR 2007-13.

Maggiori dettagli: http://www.regione.piemonte.it/bandipiemonte/cms/finanziamenti/conferma-degli-impegni-la-realizzazione-di-piantagioni-arboree-su-terreni-agricoli-psr

 

* * * * *

Bando per l’assegnazione di contributi regionali a favore di AZIENDE AGRICOLE per la RICONVERSIONE DEGLI IMPIANTI DI ACTINIDIAdanneggiati da cause fitosanitarie inclusa la moria

(Legge regionale 9/2015, articolo 9)

BANDO CHIUSO (2 settembre 2019)

Il sostegno è rivolto ai conduttori di frutteti di actinidia estirpati tra il 1/7/2018 ed il momento di presentazione della domanda di contributo. L’estirpo deve riguardare porzioni continue di superficie di almeno 500 mq. Le superfici oggetto di estirpo non possono essere oggetto di reimpianto con Actinidia sp. fino al 30 giugno 2020. L’aiuto è concesso sotto forma di contributo forfettario in conto capitale la cui entità è pari a 4.000 euro ad ettaro per i frutteti realizzati dal 2007 in poi (che pertanto risultino dichiarati nei piani colturali dell’anagrafe agricola del Piemonte dal 2008 o da annate successive), oppure di 2.000 euro ad ettaro per i frutteti realizzati precedentemente (che risultino dichiarati nei piani colturali dell’anagrafe agricola del Piemonte dal 2007 o da annate precedenti). I contributi sono erogati con riferimento al Regolamento (UE) n. 1408/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013 relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell’Unione Europea agli aiuti “de minimis” nel settore agricolo.

L’entità dei contributi erogati non potrà superare il massimale concedibile per beneficiario di 20.000 euro nell’arco degli esercizi finanziari 2017-2018-2019, tenendo conto anche delle altre somme eventualmente già concesse allo stesso beneficiario nello stesso periodo quali aiuti “de minimis” nel settore agricolo.

Soggetti beneficiari: Imprenditori agricoli singoli o associati, cooperative agricole, società di persone o di capitali esercitanti attività agricola, che siano conduttori di superfici coltivate ad actinidia oggetto di estirpo nel periodo compreso tra il 1/7/2018 ed il momento di presentazione della domanda.

Maggiori dettagli: http://www.regione.piemonte.it/bandipiemonte/cms/finanziamenti/bando-l%E2%80%99assegnazione-di-contributi-regionali-favore-di-aziende-agricole-la

 

* * * * *

L.. 49/1985

Provvedimenti per il CREDITO ALLA COOPERAZIONE

e misure urgenti a salvaguardia dei livelli di occupazione

Titolo I

Criteri per la concessione di finanziamenti a tasso agevolato alle SOC. COOPERATIVE (PMI), OPERANTI NEI SETTORI ECONOMICI DELLA PRODUZIONE AGRICOLA PRIMARIA, DELLA TRASFORMAZIONE E DELLA COMMERCIALIZZAZIONE DI PRODOTTI AGRICOLI,

modifiche alla D.G.R. n. 17 –1183 del 16.03.2015

Scadenza: 31 dicembre 2020

Finanziamento di investimenti riguardanti progetti finalizzati a:

A)- all’aumento della produttività o dell’occupazione o di entrambe mediante incremento e/o ammodernamento dei mezzi di produzione e/o dei servizi tecnici, commerciali e amministrativi dell'impresa; - alla valorizzazione dei prodotti e razionalizzazione del settore distributivo,

B)- alla ristrutturazione e riconversione degli impianti

C)- alla realizzazione ed all’acquisto di impianti nel settore della produzione e della distribuzione del turismo e dei servizi;

D) all’ammodernamento, potenziamento ed ampliamento dei progetti di cui alla lettera A);

Soggetti beneficiari: Società cooperative, compresi i consorzi in forma cooperativa, rientranti nei limiti dimensionali previsti per le P.M.I., che operano nei settori economici della produzione agricola primaria, della trasformazione e della commercializzazione di prodotti agricoli

Maggiori dettagli: http://www.regione.piemonte.it/bandipiemonte/cms/finanziamenti/l-491985-%E2%80%9Cprovvedimenti-il-credito-alla-cooperazione-e-misure-urgenti-salvaguardia-dei

 

 




Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualitÓ dei contenuti di questa pagina


Non ´┐Ż presente alcun ufficio di riferimento per questa pagina

[ inizio pagina ]