Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Camera di commercio di Biella, 25 agosto 2019
Torna alla versione grafica - home

COMUNICAZIONE UNICA: AVVIO DEFINITIVO



Biella, 25 agosto 2019
Ultimo aggiornamento: 05.05.2010



Servizi



default image
default image

COMUNICAZIONE UNICA: AVVIO DEFINITIVO

Contenuto pagina

DAL 1░ APRILE 2010 LA "COMUNICAZIONE UNICA" E' OBBLIGATORIA PER TUTTE LE IMPRESE E PER TUTTI GLI ADEMPIMENTI NECESSARI ALL'AVVIO DELL'IMPRESA E PER LE SUCCESSIVE MODIFICHE E CESSAZIONI. DA TALE DATA NON E' PI┘ POSSIBILE L'USO DI MODALIT└ DIVERSE DALLA COMUNICAZIONE UNICA O DI ALTRI CANALI. 


Sono in linea la guida ComUnica e l'integrazione alla guida redatte dalle Camere di commercio di Asti, Alessandria, Biella e Vercelli


 
COS'╚ LA COMUNICA
La ComUnica Ŕ una procedura che consente di eseguire contemporaneamente e con un'unica modalitÓ di presentazione, per il tramite del Registro imprese, tutti i principali adempimenti amministrativi necessari all'avvio dell'impresa ai fini della pubblicitÓ legale nel Registro imprese, dell'iscrizione all'Albo imprese artigiane, ma anche ai fini fiscali (IVA), previdenziali (INPS) e assicurativi (INAIL).
Agli stessi fini la procedura si applica anche alle successive domande, denunce e dichiarazioni di modifica e di cessazione.


PERCH╔ LA COMUNICA
Per evitare all'impresa:
di rivolgersi ad una pluralitÓ di amministrazioni o di recarsi fisicamente presso di loro;
di attivare procedimenti e formalitÓ spesso molto diversi fra loro.

CHI SONO I SOGGETTI INTERESSATI?
Imprese individuali e societÓ

QUALI SONO LE AMMINISTRAZIONI DESTINATARIE?
Registro imprese, Albo imprese Artigiane, INPS, INAIL, Agenzia delle Entrate, Ministero del Lavoro

A CHI SI PRESENTA LA COMUNICA?
Al solo Registro delle imprese il quale provvede immediatamente a darne comunicazione alle Amministrazioni interessate, smistando loro le domande/dichiarazioni di competenza.

COME SI PRESENTA LA COMUNICA?
Per via telematica o agli sportelli (del Registro imprese) su supporto informatico.

COMPOSIZIONE DELLA PRATICA COMUNICA
Per ogni adempimento si rende necessaria la compilazione di due o pi¨ modelli a seconda delle Amministrazioni interessate. La Comunicazione Unica Ŕ sempre composta:
da un modello ComUnica
da uno o pi¨ modelli compilati per eseguire i necessari adempimenti verso le Amministrazioni destinatarie

COME SI FIRMA LA COMUNICA?
Tutti i file distinta e, se occorre, gli ulteriori file allegati, devono essere firmati digitalmente dal o dai soggetti legittimati dalla legge a tale sottoscrizione.

LA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA (PEC)
La presentazione di una Comunicazione Unica presuppone che l'impresa abbia obbligatoriamente un proprio indirizzo di posta elettronica certificata.
Presso tale indirizzo l'impresa riceverÓ tutti gli atti, i documenti e le comunicazioni provenienti dalle Amministrazioni interessate relativi alle pratiche Comunica presentate.

PRINCIPALI IMPATTI DELLA COMUNICAZIONE UNICA SUL REGISTRO IMPRESE
iscrizione delle imprese individuali inattive;
pagamento del diritto annuale per le imprese individuali inattive iscritte;
obbligatorietÓ della pratica telematica o informatica anche per le imprese individuali;
protocollazione automatica obbligatoria per tutte le pratiche;
esclusione della possibilitÓ di inviare le pratiche su supporto informatico per posta;
presentazione delle pratiche su supporto informatico  presso gli sportelli della sede e della sede distaccata di Borgosesia
esclusione del deposito dei bilanci dall'ambito di applicazione della Comunicazione Unica.


Convegno sulla Comunicazione Unica per la nascita dell'Impresa - 10 marzo 2010
Si Ŕ tenuto presso l'Auditorium di CittÓ Studi di Biella il Convegno organizzato dalla Camera di Commercio di Biella al quale ha partecipato un folto pubblico composto da Dottori Commercialisti, Notai Associazioni di Categoria e tutti i soggetti in qualche modo coinvolti dalla nuova procedura in obbligo dal 1░ aprile '10.

E' possibile scaricare gli interventi :

Marco Maceroni - Dirigente del Ministero dello Sviluppo Economico
Stefano Crema - Consulente Infocamere








Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualitÓ dei contenuti di questa pagina


Non ´┐Ż presente alcun ufficio di riferimento per questa pagina

[ inizio pagina ]