Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Camera di commercio di Biella, 6 agosto 2020
Torna alla versione grafica - home

Commercio estero



Biella, 6 agosto 2020
Ultimo aggiornamento: 13.03.2020



Servizi



COMMERCIO ESTERO



Contenuto pagina

 

ATTENZIONE: EMERGENZA COVID-19

si riporta quanto ricevuto da Unioncamere nazionale:

Egregi imprenditori e rappresentanti del sistema produttivo,

a seguito delle numerose segnalazioni di casi di restrizione alla circolazione e di discriminazione verso merci italiane in esportazione, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale si è immediatamente attivato a tutela delle imprese, creando un apposito indirizzo mail al quale potrete sin da subito segnalare le difficoltà riscontrate:

 coronavirus.merci@esteri.it

La Rete Diplomatico-Consolare e degli Uffici ICE all'estero è al fianco del sistema imprenditoriale italiano e si attiverà prontamente con le Autorità locali, al fine di facilitare la risoluzione delle problematiche segnalate.  

 

STAMPA IN AZIENDA

Alla luce delle recenti disposizioni per il contenimento della diffusione del COVID-19 ed in particolare all'esigenza di ridurre la circolazione delle persone, con conseguente facoltà di fare ricorso, anche in via ordinaria, alla prestazione lavorativa in modalità di lavoro agile, la Camera di Commercio ha deciso di favorire il ricorso alla procedura di "stampa in azienda", per i certificati di origine e visti per l'estero, anche in assenza dei requisiti minimi previsti per le imprese richiedenti, col solo obbligo di sottoscrizione del modulo di adesione al servizio e con riserva della eventuale sospensione della procedura al momento del superamento dell'emergenza.

Informazioni sulla procedura al seguente link

 

BREXIT

NEWS!

A decorrere dal 1° febbraio 2020 il Regno Unito lascia ufficialmente l’Unione Europea e avra’ inizio un periodo di transizione di 11 mesi che manterra’ invariate le attuali relazioni commerciali e di sicurezza fino al 31 dicembre 2020.

Fino alla fine del 2020, dunque, resta tutto invariato: la normativa e le procedure UE in materia di libera circolazione delle persone, dei servizi, dei capitali e delle merci manterranno la propria vigenza nel Regno Unito.

Solo dopo il 31 dicembre 2020, salvo diverso nuovo accordo, il Regno Unito non sarà più parte del territorio doganale e fiscale (IVA e accise) dell'Unione Europea.

La circolazione delle merci tra United Kingdom e Unione Europea verrà, dunque, considerata commercio con un Paese terzo.

 In relazione alla certificazione di origine non preferenziale, sebbene il periodo transitorio consente di non apportare modifiche nell'immediato, si ritiene possa essere d'utilità fin da ora sensibilizzare le imprese all'indicazione di origine United Kingdom - quando nota - evidenziandola, conseguentemente, sui relativi certificati di origine.

 Nessun limite, inoltre, nel rilascio dei certificati a destinazione Regno Unito, qualora le esigenze commerciali lo richiedano

 

 

 

 

A partire dal  1° giugno , la domanda di rilascio del C.O. dovrà essere presentata in modalità telematica attraverso la piattaforma

 in uso presso le camere di commercio e dovrà essere firmata digitalmente dal richiedente.

Tuttavia in deroga alla disposizione sono previste alcune eccezioni che si riportano:

  • per le persone fisiche e per i soggetti non iscritti al Registro delle Imprese;
  • in casi eccezionali anche per le imprese, quando autorizzate dalla Camera di Commercio, per particolari motivi di urgenza o nell’impossibilità di utilizzare gli strumenti tecnologici per temporanei problemi di ordine tecnico.

Sono disponibili le slide del seminario tenutosi lo scorso 6 maggio '19

 

 

Evento " Exportday" 2019 - Brexit senza accordo - Lunedì 18 marzo.

Organizzato dalle Dogane con la collaborazione della Camera di Commercio di Biella e Vercelli, si terrà , presso la sede di Biella Via Aldo Moro 15, al 2° piano, alle ore  14,00   un incontro durante il quale i funzionari degli uffici doganali , illustreranno le procedure che dovranno essere attivate e come dovranno essere considerate le merci del Regno Unito ai fini dell’origine, alla luce delle novità introdotte dalla Brexit che vedrà l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea.

In pari data, presso la sede camerale di Vercelli , Piazza Risorgimento n.12, nella sala conferenze al 7° piano   si terrà analoga iniziativa nella mattinata dalle ore 10 alle ore 12:30

All'evento possono partecipare tutte le imprese interessate all'esportazione verso il Regno Unito.

sono disponibili le slide dell'evento

 

La Camera di Commercio, oltre a sostenere le imprese nelle attività di internazionalizzazione, è competente al rilascio delle documentazioni e delle certificazioni che occorrono per alcune attività di commercio con l'estero (Certificati di Origine - Carnets A.T.A. - Visti - Numeri  Meccanografici - Dichiarazione di inesistenza Consolato/Ambasciata - Attestati di libera vendita - ecc...).





Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualitÓ dei contenuti di questa pagina


Ufficio di riferimento

Per informazioni rivolgersi a:

Ufficio Commercio Estero

Riferimento  
Indirizzo Via A. Moro, 15 13900 Biella
Telefono 015/3599330
Fax 015/20734
E-mail commercio.estero@bv.camcom.it
Orari da lun a ven 9.00 - 12.30

[ inizio pagina ]